martedì 16 settembre 2014

5 domande che dovresti farti prima di creare un blog


Vorresti creare un blog ma non sai bene quali sono le carte vincenti? Ecco a cosa devi dare importanza per avere successo…

Internet è una giungla, dove tutti vorrebbero fare soldi online. La concorrenza è spietata, e i blogger sono a momenti più numerosi degli utenti che leggono e basta. Come puoi distinguerti dalla massa? Cosa si può fare per spiccare? E come puoi garantirti un traffico di visitatori leali che ti permetta di camminare con le tue gambe? Ponendoti le 5 domande riportate di sotto, riuscirai a stabilire se la tua pagina ha le carte in regola per stare sulla cresta dell’onda.

1) I miei contenuti si trovano in un altro milione di siti?


Dai un’occhiata agli articoli del tuo blog e poniti questa domanda. Se ciò che dici è un trito e ritrito di ciò che la gente conosce già, non andrai da nessuna parte. Sei spesso il primo a segnalare tutte le notizie nella tua nicchia o ti limiti a riportare le notizie lanciate da siti popolari? E’ chiaro che non puoi essere sempre il primo, ma cerca almeno di rendere tutto personale e coinvolgente. Invece di riscaldare una minestra già mangiata, perché non crei una variante? Arricchisci con esperienze, opinioni, novità. Parola d’ordine: originalità! 

2) Propongo qualcosa che la gente vuole o di cui ha davvero bisogno?

Sei sicuro di stare offrendo un servizio? O di spiegare ciò che il pubblico vuole sapere? Visita altri forum, blog, leggi i commenti (perché è lì che ci stanno i pensieri delle persone). Serviti di Google Trends. Tra l’altro, stai attento a non creare falsi binari. Ad esempio, tu magari imposti un blog su come guadagnare online e poi capisci che chi ti segue è più interessato a costruire un proprio sito personale. In quel caso, faresti meglio ad adattare le tuoi informazioni alle esigenze del pubblico, senza insistere su cose in realtà non richieste. 

3) Sto facendo di tutto per invogliare la gente a tornare? 

Posti regolari aggiornamenti, concorsi con premi significativi, e altre iniziative che fidelizzino gli utenti? Hai un elenco di e-mail che ti permette di tenerti in contatto con i tuoi abbonati? Se non stabilisci una sorta di legame, perdi tutti strada facendo.

4) Sono padrone dell’argomento o lo tratto perché altri hanno avuto successo?

Deve piacerti quello che fai. Altrimenti non avrai risultati apprezzabili. L’esperienza può arrivare ma la passione no. Quella, o c’è o non c’è. Se scrivi di cose che non t’interessano, in qualche modo lo trasmetterai. Se invece ti diverti, tutto farà trapelare il tuo entusiasmo. Non iniziare un lavoro solo perché hai bisogno di soldi. Per resistere e arrivare in alto ci vogliono motivazioni più forti del semplice denaro. Gran parte del successo dipende dal trovare un business compatibile con le tue abilità. Non puoi fare l’agente di borsa se detesti tutto ciò che è finanza. Ti appassiona l’artigianato da vendere su eBay? Ami scrivere? Sei bravo nel canto, nella danza o in qualche altra disciplina artistica e vorresti lavorare con YouTube? Fai quello che sai fare e vuoi fare. E’ una regola vincente in tutti i campi della vita.

5) Il mio sito ha personalità?

Un blog, per essere apprezzato, deve avere un volto umano. La condivisione sterile di informazioni ha scarso impatto emotivo. Rivolgiti ai tuoi lettori dando loro del “tu”. Fai domande, esprimi i tuoi pensieri, dubbi ed esperienze di vita vissuta. Porta inoltre le prove di ciò che affermi. Se consigli un sito o un prodotto, dimostra ai tuoi visitatori perché dovrebbero accettare il suggerimento. Tu faresti qualcosa solo perché uno sconosciuto qualunque ti dice di farla? Occorre acquistare credibilità e fiducia prima di essere seguiti. Le comparsate non convincono nessuno. Sii incoraggiante ma onesto, disponibile, pratico e soprattutto vero.

Adesso tocca a te mettere all’opera, in bocca al lupo!