martedì 9 novembre 2010

Algoritmo LDA nuovi fattori per la SEO?

Questo è un argomento che avevo letto da diverse settimane e mi piace molto questo tipo di approccio semantico dei contenuti...

LDA è l'acronimo di Latent Dirichlet Allocation e vuole essere un algoritmo che potrebbe andare molto in correlazione con la Seo e l'ottimizzazione dei nostri testi in modo da rendere più semantica la ricerca e il contenuto presente nel nostro sito internet.

Dico che mi piace molto, perché anche a me a volte non piace scrivere dei testi un po' forzati per raggiungere l'ottimizzazione per certe parole chiavi, dove facendo così si rende meno scorrevole il discorso in certi punti e non è che ci stia troppo bene per chi deve leggere...
ma ultimamente sto cercando anche io di provare questo algoritmo su certe serp poco competitive...

Ma facciamo una breve introduzione di come ora Google indicizza e sceglie quale contenuto è migliore di un altro. Come prima cosa il motore di ricerca guarda la struttura del codice della nostra pagina partendo dai Meta Tag che sono Title, description, H1, H2, etc.. per poi arrivare al contenuto presente sulla pagina. Poi si guarda ai link in entrata sulla pagina che variano dai link interni al sito e ai link esterni di altri siti e la loro tematicità per valutare quale pagina ha il diritto di stare sopra un'altra... Ovviamente detta così è molto facile, ma il discorso è molto più complesso!

Ora fatta questa breve introduzione, l'algoritmo LDA vuole dare un valore aggiunto alle singole pagine con la conseguenza forse di fare quella differenza in più per scalare altre pagine e migliorare la qualità dei contenuti.

Da quello che ho capito si vuole rendere così il web più semantico senza il bisogno di scrivere testi troppo ottimizzati e poco scorrevoli e se questo fosse vero ne sarei davvero contento. Per capire come funziona questo algoritmo farò un breve esempio, perché riportare quello che ho letto mi è venuto un po' di mal di testa spiegato in termini matematici. Ecco il mio esempio riportato nella mia realtà:

Immaginiamo di voler spingere la parola chiave "Hotel Rimini" con questo algoritmo non ci sarà bisogno di ripetere questa parola troppe volte (in teoria basterebbe una o due volte), ma basterà scrivere un testo dove si parla di servizi di hotel e monumenti di Rimini. Questo farà già capire di cosa stiamo trattando e forse verrà apprezzato ancora di più dai motori di ricerca. Esempio di Testo per questa parola chiave:

"I servizi della struttura ricettiva allieteranno il vostro soggiorno e le offerte pensate per i nostri clienti vi faranno risparmiare sulla vostra vacanza al mare. Durante il vostro soggiorno potrete visitare tanti monumenti della nostra città come il ponte di Tiberio, l'Arco d'Augusto....."

Con questo testo noi stiamo parlando allo stesso tempo nel primo trafiletto fino al punto degli hotel e nel secondo trafiletto dopo il punto dei monumenti di Rimini... con questo algoritmo, il motore di ricerca dovrebbe capire che il testo scritto sia un sottoinsieme da ricollegare all'insieme della parola chiave "Hotel Rimini".

Bene ora spero di essere stato abbastanza chiaro con questo esempio e se fosse così, la scrittura dei testi si baserebbe molto sulle altre informazioni che circolano nel web e questo andrebbe ancora di più ad influire sui link interni ed esterni del nostro sito, cosa che a mio avviso avviene già...

Per capire a fondo questo argomento sono convinto comunque che si debba avere una panoramica ampissima di cosa sia la SEO e tutti i suoi fattori che ne dettano un migliore Ranking nelle Serps e informarsi su tutte le informazioni che girano nel Web in modo da capire cosa piace di più ai motori di ricerca.

Un mio test molto semplice è stato posizionare con un mio sito in Trust parole chiavi di normale difficoltà riprendendo una volta sola le singole parole chiavi che mi interessavano in mezzo al testo e nel resto del testo ho parlato di informazioni inerenti all'argomento e nella prima pagina di Google... Risultato? prima pagina per tutte e 3 le parole chiavi almeno per ora....:-)

Spero che chi mi stia leggendo non mi prenda per matto e ovviamente queste sono ancora supposizioni... solo test possono dare maggiori certezze...

Voi cosa ne pensate?