venerdì 9 luglio 2010

Controllare contenuti duplicati: Come riconoscerli, trovarli per non avere penalizzazioni future...

Argomento interessate è sapere e verificare se i contenuti del nostro sito o blog sono già presenti in altre fonti nel web e quindi se sono stati duplicati da altri. Penso che a molti possa interessare questo argomento e possa servire in futuro anche per non essere penalizzati dai motori di ricerca e ottenere anche un posizionamento migliore..
Bene entriamo nel vivo del discorso, visto che ogni giorno devo fare questi controlli per approvare articoli, comunicati stampa che gli utenti mi inviano nel mio portale di informazione. Ovviamente questa è una cosa che a me serve tantissimo e la voglio condividere per chi come me avesse questo problema.

Dividero in tre step le cose che si possono fare e gli strumenti che possono essere utili a tutti...

Controllare con Google se il testo/contenuto è già presente nel Web:
Questa è la cosa che faccio per primo, copiare una porzione di testo e fare una ricerca su Google in modo da vedere quanti risultati mi da il motore di ricerca e vedere quante parole in grassetto nei risultati mi vengono restituite. Se le parole sono tutte in neretto e ci sono già diverse fonti con lo stesso testo, allora il contenuto è già presente nel Web.
Ovviamente proverei con altre porzioni di testo, perché la valutazione è soggettiva e quindi potrebbe essere che la porzione di testo che avete preso sia proprio il trafiletto ripreso, ma la parte restante magari è inedita...

Controllo tramite il software online di Plagium
Questo strumento è davvero ottimo (Plagium), dove possiamo avere la linea del tempo di quando è stato pubblicato il testo e la percentuale del testo clonato..
Nel campo apposito ci basterà copiare e incollare tutto il testo che ci interessa e il programma farà tutto da solo. Una pecca, ma sempre uno strumento davvero ottimo, è che prende i risultati da Yahoo e non da Google..
In base alla percentuale e una valutazione soggettiva potremo provvedere a eventuali modifiche o nel mio caso non accettare il testo da pubblicare in un sito di Article marketing..

Controllo tramite Copyscape
Altro strumento molto valido è appunto Copyscape che ci permette di vedere quanto testo su una determinata Url è copiato ed è presente in altre fonti nel Web. La sua pecca è che è a pagamento dopo un po' che lo si utilizza con un limite di 10 risultati e dovremo aspettare un po' per effettuare altri controlli...

Ci sono altri software online, ma devo dire che questi due sono i migliori a mio avviso e facendo un mix fra i tre controlli citati, penso che avremo una fonte davvero di qualità anche se so che ci vuole molto tempo per fare tutto e spero che un duro, ma buon lavoro ripaghi sempre la fatica impiegata...


Prediligere testi inediti e non scopiazzati alla lunga ci potrà portare solo dei buon risultati in termini di posizionamento, ma anche di maggior aiuto per l'utente che ci legge creando contenuti di qualità!

L'argomento ovviamente si ricollega a un discorso più ampio che ogni giorno cerco di mettere nel mio blog...