giovedì 13 maggio 2010

Google Places: evoluzione e fattori importanti


Da qualche anno sono entrate nelle ricerche di Google le famose mappe che mostrano le attività delle varie città (local search). Questa è una soluzione molto economica per chi vuole entrare nella prima pagina di Google e avere un'ottima visibilità!

All'inizio era più facile entrare nelle mappe di Google facendo un accurato inserimento tramite Google Places. Si sono potuti vedere diversi abusi di questo strumento, dove utenti si creavano più account e inserivano più schede della propria attività con alcuni accorgimenti in modo da non insospettire il motore di ricerca. Così facendo si otteneva un posizionamento nella local box delle mappe, coprendo un range parole chiavi più ampio... In certe ricerche si poteva vedere un raggruppamento di attività impressionante, e scrivendo più parole chiavi, vedere sempre le stesse attività ma con numeri e indirizzi diversi...


Ma oggi la storia è cambiata, e Google ha fatto una bella pulizia generale, pulendo per bene le mappe ed ha eliminato gli abusi che si sono verificati precedentemente!

Oggi i fattori che determinano il posizionamento delle mappe sono i seguenti:
  • le recensioni che gli utenti inseriscono sulla vostra attività (sarebbe bene incentivare i vostri clienti con un omaggio carino a compilare una recensione della vostra attività);
  • la compilazione della vostra scheda fatta in un certo modo, dove anche qui i contenuti sono importanti e più sarete descrittivi e accurati nell'inserimento e più Google vi premierà;
  • il trust del sito, più un sito è autorevole, con link in entrata, citazioni nei vari portali tematici, inserimento della propria attività sulle pagine gialle, etc.;
  • citazioni del vostro brand nel web (es. www.minicity.it);
  • distanza dal centro della città, anche se col tempo questo fattore si è un po' affievolito.
Sicuramente ci saranno altri fattori, ma curando già questi si otterrà un buon posizionamento nelle mappe durante le ricerche da pc/desktop e ricerche da dispositivi mobile.

Per chi usa Google Places avrà potuto notare anche l'evoluzione della gestione delle schede delle attività, con un pannello di controllo molto interessante dove possiamo analizzare:
  • le parole chiavi che ci hanno generato più impressions
  • grafici che ci mostrano l'andamento delle impressions e delle actions;
  • stato di completamento della nostra scheda;
  • .......
ScreenShot pannello controllo Google Places:


Da ricordare per esperienza, che molte volte il link dentro la local box, non viene cliccato e l'utente chiama direttamente il vostro numero telefonico, quindi per monitorare questa conversione sarebbe bene mettere un numero telefonico univoco, in modo da saper precisamente quanto l'inserimento della vostra mappa sta convertendo, insieme ai dati che potete vedere dal vostro pannello di controllo. (io l'ho fatto solo per sfizio sull'attività dei miei genitori ^_^)