lunedì 26 aprile 2010

Pensare troppo a fare il Seo a volte fa male.....

Buon giornoooo!!!
Proprio oggi ho letto un argomento proprio interessante sul Blog di Tagliaerbe.... (qui)

L'argomento è un discorso che mi preme già da un bel po' di tempo. A volte per fare il SEO si diventa troppo SEO, e si rischia di essere controproducenti come ad esempio scrivendo testi troppo ottimizzati o creare tante risorse senza poi aggiornarle (vedi blog) e non pensando così agli utenti navigatori....

Un esempio molto ovvio sono i Blog, dove in un post dell'anno scorso avevo accennato le potenzialità che ha questo strumento se usato come si deve... il post si intitolava: "E voi avete il vostro Blog?".

Nel post ho parlato un po' del perchè scrivere un blog e come scriverlo avendo sempre un'ottica di utente normale, trovando argomenti che vi appassionano in modo di saper sempre cosa scrivere... i risultati verranno da se monitorando le visite del vostro blog e scoprendo così che non siete gli unici ad avere l'interesse per un determinato argomento ^_^.



Avere questa ottica non è sempre facile, perchè la prima cosa che si pensa se si lavora nel mondo del WEB è: "il tempo è denaro", ma a mio avviso se il tempo è denaro, allora bisogna spenderlo il tempo e non pensare nel breve periodo...ma pensare al lungo periodo, perchè i frutti arriveranno....

Già da un po di tempo ho creato diversi blog e curandoli con pazienza senza pensare troppo all'ottimizzazione, ho la soddisfazione di vedere di come gli utenti siano interessati ai vari argomenti e la cosa mi soddisfa molto!

Ma nella vita di tutti i giorni ognuno ha i suoi impegni e se una persona non è proprio nel mondo del Web, la cosa non potrebbe nemmeno interessargli... sembrerebbe quasi un paradosso, perchè i blog sono pensati per utenti normali.... ma alla fine la maggior parte dei blog sono in mano di persone che comunque in qualche modo hanno sempre un secondo fine nel Web.... :P

Un breve caso reale di un utente con i suoi impegni...
Un esempio molto reale potrebbe essere il mio.... dopo aver convinto mia sorella a scrivere il suo blog inerente al suo lavoro di architetto, dopo i primi 4 post caricati sempre da me ovviamente e l'entusiasmo iniziale, il tempo ha avuto il sopravvento e il blog è li che è in attesa di nuovi post.... Il problema è che se non si è nel mondo del Web e si hanno tanti impegni, non sempre si ha la voglia di scrivere o il tempo da dedicarci.... Ma il bello è che dalle visite di Analyitics ho potuto constatare che gli utenti approdati nel suo blog, erano e sono davvero interessati....

Il mio caso....
Il mio caso è quello che ho la fortuna di lavorare nel mondo del Web e quindi trovo per forza il tempo da dedicarci e a distanza di lunghi periodi vedo i risultati che mi portano avendo pazienza senza tirare troppo la corda per quanto riguarda la faccia del SEO.... Scrivendo argomenti interessanti si avranno link spontanei come ad esempio link da wikio, tecnonotizie e tante altre fonti, oltre a utenti normali che tutti i giorni navigano nel WEB!!! (post: "la pazienza è il migliore ingrediente per avere successo")
Come cita nel blog di tagliaerbe, lui ha scritto che appare ogni tanto con le parola "SEO" nei primi dieci risultati di Google senza avere nel title o nel dominio la parola seo... Stessa cosa è successa a me guardando le statistiche di Analytics, dove ho visto che ho avuto visite per le Keywords "Seo Rimini" (ricerca organica top ten) e "SEO SEM" (microcontenuti delle micronews), dove nel mio blog queste due parole non erano nel title e nemmeno nel dominio.... ora dopo questa cosa ho voluto dare una piccola ottimizzata (ma proprio piccola....eheehe!)

Con l'avvento dell'algoritmo di GOOGLE Caffeine, penso che fattori come contenuti di qualità e link tematici siano stati valorizzati ancora di più, e sulle serp che seguo vedo diversi cambiamenti.....