venerdì 30 aprile 2010

Leggendo Internet Magazine: Google Caffeine e Giorgio Taverniti

Oggi ho potuto leggere un articolo su Internet Magazine abbastanza interessante dove l'autore è il noto Giorgio Taverniti....

Nell'articolo si può leggere di come nei blog inerenti all'argomento della Seo , tutti parlano del nuovo algoritmo di Caffeine allo stesso modo senza sbilanciarsi troppo da quello che si può trovare dalle fonti ufficiali (ma questo a me sembra ovvio! chi si azzarderebbe a dire qualcosa che non è stato detto da Google per poi essere smentito del contrario...). Anche i suggerimenti che si possono leggere dai Blog sono sempre gli stessi suggerimenti che comunque si davano anche prima dell'arrivo del nuovo algoritmo... (ma anche questo mi sembra naturale a me, per il fatto che comunque funzionano).


Ma guardiamo un attimo i cambiamenti del nuovo Algoritmo che possiamo trovare nei blog e i suggerimenti che si danno per ottimizzare il proprio sito.

I cambiamenti che tutti avranno potuto leggere sono i seguenti:
  • maggiore velocità di risposta;
  • maggior numero di contenuti indicizzati;
  • maggior contenuti provenienti dai social come Twitter e Facebook.
Suggerimenti che troviamo:
  • rendere il sito più veloce;
  • creare un sito utile per gli utenti;
  • essere presenti nei social.
Come dice Giorgio Taverniti i suggerimenti sono sempre gli stessi che si davano anche prima del nuovo arrivo di Caffeine, e quindi invita a chiederci il perchè del nuovo arrivo di Caffeine...

La risposta come esempio è stata la vecchia Fiat Panda, che dopo qualche ritocco/modifica si è dovuta completamente rimodernizzare per le nuove esigenze che il mercato richiede, a partire dal motore...
Qui Google ha dovuto fare lo stesso, e guardare le esigenze che sono venute fuori nel web e che con la vecchia struttura non riusciva più a gestire come:
  • le ricerche in tempo reale hanno portato Google ad aumentare i tempi di risposta (esempio: utenti che dopo un evento lo cercano per informarsi su cosa è successo);
  • il maggior numero di contenuti creati dagli utenti, prima dell'avvento dei Social (maggior contenuti indicizzati);
  • l'analisi di un contenuto social non è semplice come una pagina HTML, per i diversi fattori che ha una pagina come quella di Facebook o un tweet di un profilo di Twitter (presenza nei Social).
I suggerimenti di Giorgio Taverniti oltre ai soliti che si danno già sono:
  • essere presenti nei canali di Google (Google News, Immagini, Video, Blog e Forum)
  • creare contenuti di qualità nei social;
  • controllare la velocità dei server;
  • migliorare l'esperienza degli utenti fornendo strumenti social per la comunicazione.
Ricorda anche che ogni canale Social ha un suo algoritmo e metriche di valutazione da parte di BigG....

Conclusione:
Beh a me sembra di aver già letto anche questi ultimi suggerimenti e già in tanti li hanno/stanno attuando, quindi ancora novità da essere sbalorditi o scoperte stupefacienti non ci sono, e comunque non so se si divulgherebbero se qualcuno scoprisse davvero di qualcosa interessante....
Per quanto riguarda i risultati dai social per migliorare il posizionamento nelle Serp di Google, sono convinto che si deve fare un lavorone bello e grosso per acquisire fun, followers, e via a seguire, a meno che non hai un brand famoso e conosciuto.....

Comunque sia io sono favorevole a tutti questi suggerimenti vecchi o nuovi che possano essere e che Google lavori sempre di più alla qualità e alla profondità di analizzare contenuti e microcontenuti dando il giusto peso e all'autorità che col tempo si acquista... e via tutto il resto...^_^